Posso iniziare a creare il tuo sito a partire da: aprile 2020. Per prenotare il tuo slot CONTATTAMI

E-COMMERCE: VENDERE ONLINE

VOGLIO UN E-COMMERCE

I numeri lo dimostrano: la vendita online è una realtà in espansione, finalmente anche in Italia. Sempre più persone desiderano dare una marcia in più alla loro attività lanciandola anche sul web con l’apertura di un e-commerce.

Ma il tuo prodotto si presta ad essere venduto sul web?

Prima di realizzare un e-commerce è opportuno valutare la fattibilità del progetto.

Infatti il mondo dell’e-commerce è complesso e insidioso. È fondamentale ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca, avere una valida strategia di web marketing per ottimizzare i risultati e per evitare di buttare via soldi.

Perché un e-commerce che non vende non serve a niente.

TI SERVE DAVVERO UN E-COMMERCE?

Questa è la prima domanda che devi farti.

Se vendi tre o quattro prodotti e finora hai gestito tutte le vendite via mail e sui social forse un e-commerce non è indispensabile per te, a meno che tu non stia pianificando di aumentare l’offerta, sempre dopo un’adeguata analisi.

Statisticamente la possibilità di vendere tramite un e-commerce si aggira intorno all’1%: ogni cento persone che arrivano sul tuo sito, una acquista. Non è certo una percentuale entusiasmante. Ma è vero che sul web, potenzialmente, puoi raggiungere molte migliaia di persone in pochissimo tempo.

È quindi evidente l’importanza di avere budget per il web marketing: campagne social, campagne AdWords e AdSense. Senza trascurare l’importanza della SEO.

E-COMMERCE SU PIATTAFORME DEDICATE

Esistono numerose piattaforme online che offrono la possibilità di creare un e-commerce in poco tempo. È sufficiente iscriversi, pagare un abbonamento e inserire i propri prodotti. Tutto è gestito dalla piattaforma (utenti, carrello, pagamenti, ecc…).

Di solito sono strumenti piuttosto rigidi e con molti limiti alla personalizzazione, ma spesso sono un’ottima soluzione per chi vuole iniziare a vendere i propri prodotti online con un investimento minimo.

Alcuni esempi di queste piattaforme sono Shopify, TicTail, Etsy, BigCartel e Scontrino.

E-COMMERCE WORDPRESS

WordPress è una piattaforma open-souce. Che non significa “posso crearmi un e-commerce gratis” a meno che tu non sia uno sviluppatore.

Su WordPress è possibile installare WooCommerce e creare uno shop online. Per realizzare un e-commerce con WordPress sono necessarie approfondite conoscenze della piattaforma e spesso del codice. Quindi è importante farlo realizzare da un professionista e non cadere nella trappola di chi racconta “puoi farlo da solo in cinque minuti”. Se vuoi fare da solo, scegli le piattaforme dedicate di cui ti ho parlato sopra.

Con WordPress le possibilità di personalizzazione sono tantissime e il limite è dato quasi esclusivamente dalla capacità di creare nuove funzioni scrivendo codice.

Oltre al famosissimo WordPress esistono anche Prestashop e Magento.

ASPETTI BUROCRATICI

Se non hai la partita IVA non pensare neanche ad aprire un e-commerce: rischieresti grosso.

Per poter vendere prodotti online devi:

  • possedere partita IVA;
  • essere iscritto alla Camera di Commercio, come commerciante o come artigiano;
  • essere iscritto all’INPS;
  • comunicare al tuo Comune di residenza l’apertura del sito e-commerce.

Inoltre in home page, o meglio ancora nel footer del sito, devi dichiarare la ragione sociale della tua ditta, la tua partiva IVA, il numero di iscrizione in camera di commercio. Nel caso di società di capitale devi anche indicare in capitale sociale versato.

Attenzione: tutte questa cose burocratiche devi farle prima di avviare un e-commerce, non dopo nel caso in cui l’attività funzioni.

E-COMMERCE: SÍ O NO?

Dipende.

Ti sconsiglio di aprire un e-commerce “perché oggi tutti guadagnano con la vendita online”.

No, purtroppo sono pochissimi gli e-commerce che vendono davvero. La maggior parte difficilmente rientra dei costi di sviluppo e manutenzione.

Tuttavia, se sei convinto che la tua idea imprenditoriale sia vincente, richiedi una consulenza ad un esperto e valuta, dati alla mano, la fattibilità del tuo progetto.

Se l’analisi preliminare conferma le tue sensazioni inizia a pianificare: devi avere un budget da investire, un capitale iniziale, dei professionisti che ti affianchino (sviluppatore, consulente SEO, consulente web marketing, fotografo, copywriter, commercialista, ecc…) e tempo da dedicare alla nascita e crescita del tuo negozio virtuale. I risultati non arriveranno in una settimana.