SOCIAL MEDIA MARKETING

SOCIAL MEDIA E WEB 2.0

Tutti li usiamo ma cosa sono di preciso?

I Social Media sono strumenti che permettono la creazione e lo scambio di contenuti generati dagli utenti – testi, immagini, audio e video – che favoriscono l’interazione tra le persone.

I Social Media rappresentano una svolta storica nel web poiché hanno apportato un profondo cambiamento nel modo in cui le persone utilizzano la rete. Grazie ad essi il monologo si è trasformato in dialogo, la comunicazione è diventata bidirezionale e coloro che prima erano solo fruitori sono diventati editori. Si è passati dal web 1.0 (statico, basato sugli ipertesti e senza alcuna possibilità di relazione diretta) al web 2.0: il livello di interazione è elevato, la dimensione è sociale, la sua base è la condivisione di contenuti e risorse, la reputazione e il merito sono messi in gioco.

Il successo dei Social Media si fonda sulla loro capacità di creare network: permettono di stabilire relazioni personali o lavorative sul web, dando vita a una rete di persone che si uniscono in community e gruppi d’interesse. I Social Media creano delle vere e proprie strutture sociali.

PERCHÉ ESSERE PRESENTI SUI SOCIAL

Perché l’informazione, sui Social viaggia molto più velocemente rispetto a tutti gli altri mezzi di comunicazione.
Perché la comunicazione sui Social è molti-a-molti e non uno-a-molti.
Perché attraverso i Social possiamo comunicare con un numero infinito di persone in qualunque momento.
Perché grazie a device come smartphone e tablet siamo tutti connessi alla rete, sempre.

Riesci a immaginare le potenzialità di questi canali?

Infinite, davvero infinite. Un infinito che a volte, giustamente, spaventa.

Esistono molte case history di aziende o persone che hanno sfruttato egregiamente i Social traendone grande vantaggio, ma allo stesso tempo non mancano clamorosi fallimenti, capaci di distruggere una Brand Reputation in poche mosse, dovuti principalmente a una scarsa capacità di comprendere il mezzo, di gestirlo e parlarne il linguaggio adeguato.

Avere un account Facebook non è obbligatorio, certo. Un’azienda o un professionista, ancor più che un privato cittadino, deve sempre domandarsi perché e come vuole essere presente sui Social.

Ma non si può nemmeno ignorare il potere di questi canali, del passaparola virale, della profonda influenza che i Social hanno sulle vendite di un prodotto.

CHI È UN SOCIAL MEDIA MANAGER

Il Social Media Manager è colui che quando deve spiegare alla mamma o all’amico poco smanettone il suo mestiere dice “lavoro coi computer”. È arrivato a dare questa risposta dopo aver sinceramente provato più volte e in modi molto fantasiosi a spiegare la sua professione ma ricevendo in risposta sguardi perplessi, repentini cambi di argomento: “E la zia… come sta?” e dovendo dire gentilmente di NO alla richiesta “allora mi puoi aggiustare il portatile!”.

Noto tra gli addetti ai lavori anche come Social Media Coso, proprio a causa della difficoltà che incontra a definirsi, si è felicemente rassegnato e ora ci scherza anche su con una buona dose di autoironia.

Proviamo a fare chiarezza.

Il Social Media Manager è un professionista che conosce molto bene le piattaforme Social e il web in genere. È capace di dire tutto in 140 caratteri, non teme i troll e gli hashtag per lui non hanno segreti. Abile nella scrittura, ha una spiccata sensibilità nell’ascolto che utilizza per analizzare le varie community tanto da comprenderne interessi ed esigenze. Organizzazione e Pianificazione sono i suoi migliori amici senza i quali non partirebbe nemmeno in vacanza: lavora praticamente sempre, pronto a sedare polemiche e rispondere ai reclami su una pagina che gestisce, e a far sentire la voce del Brand, forte e chiara, anche cavalcando temi di tendenza e notizie di attualità.

Un Social Media Manager cura con professionalità e competenza la presenza del tuo business online, tutelando la tua reputazione e dialogando con la community del tuo Brand.

IL SOCIAL MEDIA MARKETING

Esiste una leggenda secondo cui basti crearsi una manciata di account sui Social per iniziare a farsi pubblicità gratuitamente, magari assegnando questo compito a una risorsa già presente in azienda, di solito una segretaria, che quando va bene ha una buona dialettica. Che non basta.

Come è naturale investire nella pubblicità offline (carta stampata, tv, affissionistica, radio, etc) è necessario un consapevole investimento economico anche per la pubblicità sui Social, che è diversa da quella “tradizionale” ma che sa essere anche più potente.

È vero, iscriversi ai Social è gratuito e tutto sembra facile, quasi un gioco.

Ma ti assicuro che gestirli correttamente e in maniera professionale in modo che portino risultati è tutt’altra cosa.

Non puoi immaginare i danni che possono derivare dall’uso non appropriato o addirittura sconsiderato dei Social: gravi e a volte irrimediabili sono i danni all’immagine da cui è meglio stare alla larga. E come si fa?

Non improvvisandosi ma al contrario affidandosi a un professionista che sa come muoversi correttamente e può valorizzare la tua attività al meglio.

LollipopIl corso online per imparare ad usare WordPressScopri di più