fbpx

Paripassi è il percorso di 12 mesi per imparare a gestire da sola sito e newsletter! DIMMI DI PIÙ!

Come scegliere un tema WordPress nel 2024

2 Luglio 2024Siti web, WordPress

Come scegliere un tema WordPress nel 2024

Stai creando il tuo nuovo sito WordPress e hai troppi temi tra cui scegliere?

Ti capisco. Potresti sentirti sopraffatta dalle opzioni e aver bisogno di aiuto per filtrare le scelte in base a ciò che è importante per te per il tuo sito.

Leggi questa guida dettagliata su come scegliere un tema WordPress nel 2024 e scopri come scegliere quello perfetto per le tue esigenze.

Che cos’è un tema WordPress

Un tema WordPress è un insieme di file che genera la componente grafica del tuo sito e che, spesso, aggiunge anche vere e proprie funzioni alle fondamenta di WordPress. Oggi la maggior parte dei temi non si limita più a modificare solo l’estetica del sito, è importante tenerlo presente.

Quando si prende la decisione di realizzare il proprio sito, il primo pensiero vola subito all’aspetto grafico. Cercare un tema favoloso, da wooow, per cui perdere la testa.

Ma torniamo con i piedi per terra. Scegliere il tema può essere uno dei momenti più stressanti nella realizzazione del proprio sito. Quella dei temi WordPress è una giungla, o forse un oceano, infestato da sirene che provano ad incantarci. Demo con immagini così perfette, luminose e studiate a tavolino da lasciarci senza fiato. Ora immaginalo con le fotografie scattate con lo smartphone e scendiamo dalla nuvoletta. 🙂
Esistono migliaia di temi, gratuiti o in vendita su moltissimi siti e marketplace. Quello che devi fare, prima di scegliere il tuo, è valutarne le funzionalità. L’estetica è importante, ma solo in un secondo momento.

I diversi tipi di temi WordPress

Come detto, esistono migliaia di temi gratuiti e a pagamento. Quindi puoi facilmente trovarne uno che corrisponda allo stile e allo scopo del tuo sito web. È utile però capire le differenze tra i diversi tipi di temi WordPress.

  • Temi premium a pagamento: i temi WordPress a pagamento sono template acquistabili da sviluppatori o marketplace. Questi temi offrono, oltre a ciò che si trova solitamente nei temi gratuiti,  funzionalità avanzate, opzioni di personalizzazione ed elementi di design accattivanti. A mio avviso sono i temi migliori per chi sta creando un sito professionale.
    Ecco alcuni esempi di questi temi: DIVI, di cui parlo spesso e puoi leggere di più qui e qui; AVADA, un tema multipurpose molto popolare con molte opzioni di personalizzazione; GENERATE PRESS, un tema leggero e molto centrato sulle performance, con buone opzioni di personalizzazione; GENESIS PRO, noto per il suo codice pulito e rispettoso di solide pratiche di sicurezza, per un sito web ben protetto da minacce e vulnerabilità.
  • Temi gratuiti: si tratta di temi rilasciati gratuitamente dagli sviluppatori. Si trovano facilmente nel repository di WordPress. Sono temi perfetti per chi sta iniziando a prendere confidenza con WordPress, sta creando il primo sito, un progetto personale o per piccole organizzazioni. Ottimi per chi ha un budget limitato e necessita di un sito web semplice e senza funzionalità avanzate.
    Alcuni esempi: ASTRA, leggero, veloce, molto personalizzabile, un buon tema multipurpose gratuito; OCEAN WP, tema multipurpose specifico per e-commerce; HELLO ELEMENTOR, in pratica una tela bianca perfetta, leggera e flessibile, per chi ama il builder Elementor; KADENCE WP, un tema gratuito con alcune funzionalità avanzate da tema premium, con buone performance.
  • Temi classici: i temi tradizionali non sono molto personalizzabili. Si possono modificare alcuni elementi di design tramite il WordPress Customizer e le aree widget. Sono molto stabili ma li consiglierei solo ad utenti avanzati che desiderano personalizzare il tema scrivendo codice PHP, HTML e CSS.
  • Temi a blocchi: questi temi sono entrati nel mondo WordPress dopo l’introduzione del Site Editor in WordPress 6.1. Si basano sul principio del full site editor che offre la possibilità di modificare tutte le parti del sito, come header, footer, sidebar o templates.
  • Temi di nicchia: sono stati progettati per specifici settori o tipologie di siti web. Offrono funzionalità predefinite e layout su misura per le esigenze della specifica nicchia. Esistono temi specifici per fotografi, studi medici, agenzie immobiliari ecc… ma anche per funzionalità: e-commerce, portfolio, podcast, ecc…
  • Temi multipurpose: al contrario dei temi di nicchia, questi sono temi estremamente adattabili a diverse tipologie di siti web e settori. Offrono tante funzionalità spesso tramite page builder drag-and-drop e layout predefiniti. Si tratta di temi molto flessibili che possono adattarsi a tante esigenze diverse.
  • Temi Page Builder: i page builder sono strumenti potenti che rendono estremamente facile creare e personalizzare un sito WordPress senza dover scrivere neanche una riga di codice. Spesso permettono di vedere le modifiche in tempo reale sul front-end del sito, senza passare da una schermata all’altra o aggiornare la finestra del browser. Sono temi perfetti per l’utente principiante che desidera creare il proprio sito web con un gran margine di personalizzazione ma anche per i professionisti che vogliono consegnare ai propri clienti siti facili da gestire in autonomia.
    I page builder possono essere plugin che si integrano con la gran parte dei temi WordPress (purché compatibili) oppure veri e propri temi con page builder integrato (come Divi).

Dove trovare i temi WordPress

Il primo luogo da esplorare per cercare un tema è la directory ufficiale dei temi WordPress. Una risorsa gratuita che raccoglie tutti i temi controllati e garantiti per essere compatibili con le ultime versioni di WordPress. Si possono filtrare i temi in base a caratteristiche, popolarità e funzionalità. Si può accedere a questo repository direttamente dalla bacheca del vostro sito, cliccando su Aspetto – Tema.
I temi che si trovano in questo repository sono completamente gratuiti.

I temi premium possono essere acquistati su marketplace (come ThemeForest, Themify o CreativeMarket) oppure presso gli stessi sviluppatori (come Elegant Themes per Divi, GeneratePress, o Avada).
Acquistare un tema premium di solito include l’accesso ad un supporto dedicato, che diventa prezioso in caso di difficoltà o problemi.

Come scegliere il tema WordPress

Scegliere il tema giusto per il proprio sito richiede davvero impegno e il rischio di perdersi tra le migliaia di possibilità offerte è elevato.
Ci sono però alcune domande utili da farsi prima di scegliere.

1. SI ADATTA AL TIPO DI CONTENUTI DEL TUO SITO?

Se necessiti di un sito in cui presentare te e i tuoi servizi professionali e non hai in mente di scrivere tre post a settimana sul tuo blog, non perdere la testa per un tema stile magazine. Se fai magie con la penna e scrivi testi meravigliosi ma le fotografie non sono il tuo forte, non buttarti su un tema ad altissimo impatto estetico con prevalenza di immagini che spaccano. Tieni sempre a mente le persone a cui ti rivolgi. Un tema molto femminile potrebbe non essere adatto se sei una commercialista, un ingegnere o una consulente finanziaria, a meno che tu non abbia deciso a priori, consapevolmente, che vuoi rivolgerti prevalentemente alle donne. Infine, se il tuo sito è un e-commerce, analizza molto attentamente il tema prima di acquistarlo: è strutturato in modo da permetterti di guidare l’utente nel processo di acquisto? Prodotti, carrello, checkout, sono chiari e intuitivi? Soprattutto, è perfettamente compatibile con WooCommerce? Mi ripeto: non farti annebbiare la vista da un tema solo per il suo meraviglioso aspetto grafico. Piedi ben piantati a terra e obiettivi chiari in mente.

2. CHI È LO SVILUPPATORE?

Lo so, forse è l’ultima cosa a cui avresti pensato, ma fare una ricerca sullo sviluppatore del tema è molto importante: chi è? Quali feedback ha? Offre un supporto post vendita e risponde tempestivamente alle domande? Aggiorna regolarmente i suoi temi? Affidarsi a sviluppatori seri e non improvvisati ti mette al sicuro da brutte sorprese, come codice scritto male, totale assenza di risposte ad eventuali ticket di supporto aperti, futura incompatibilità con WordPress o i maggiori plugin. È importante che il tema venga regolarmente aggiornato. La piattaforma WordPress si aggiorna circa 3 volte l’anno, lo sviluppatore di un tema dovrebbe rilasciare frequenti aggiornamenti per garantirne sempre la compatibilità. Se vedi un tema che non viene aggiornato da un anno, lascia perdere.

3. È SEMPLICE DA CONFIGURARE?

Molto spesso, dopo aver acquistato ed installato un tema, viene da chiedersi: ma è davvero quello che ho visto nella demo? Vai in home e vedi… il nulla! Non peccare di ingenuità: difficilmente installi un tema e ti trovi la homepage da sballo che hai visto sul sito dello sviluppatore. La devi creare! In alcuni casi attraverso i widget, in altri attraverso dei builder o altri sistemi ancora. In ogni caso, prima di acquistare un tema sforzati di capire come si configura: lo sviluppatore mette a disposizione della documentazione, dei tutorial? Pensa al tuo livello di competenze e scegli un tema che sia sufficientemente semplice da configurare.

4. È FACILMENTE PERSONALIZZABILE?

Soprattutto se non hai intenzione di farti realizzare il sito da un professionista, ma vuoi fare da te, devi accertarti che il tema che hai scelto sia sufficientemente personalizzabile per adattarlo all’immagine del tuo brand, senza dover ricorrere a scrivere codice CSS o peggio ancora PHP. Verifica che l’area dedicata al logo sia adatta al TUO logo. Alcuni temi suggeriscono caldamente delle dimensioni o proporzioni specifiche per il logo e se tu hai già un’immagine coordinata pronta devi essere certa che il tuo logo non appaia poi illeggibile o tagliato. I font possono essere modificati dal customizer? E la palette colori? Queste sono le personalizzazioni minime di cui hai bisogno per poter avere un sito che rifletta la tua brand identity.

5. È PREDISPOSTO PER NON CREARE PROBLEMI ALLA SEO?

Il tema può contribuire alla corretta indicizzazione sui motori di ricerca, come un contenuto di qualità. Ma in modo diverso: un tema fatto male tecnicamente può infatti impedire a Google, per semplificare, di dare ad un buon contenuto il giusto risalto Un buon tema deve avere un codice pulito e senza link nascosti. Un tema con un codice HTML, PHP, JavaScript e CSS ben scritto permette un caricamento più rapido del sito e questo è molto importante per la SEO (e anche per la User Experience). Inoltre il tema deve essere mobile responsive, per non rischiare penalizzazioni da Google. Se, giustamente, non hai le competenze per analizzare personalmente il codice del tema, torna al punto 2: fai un po’ di ricerca sull’attendibilità dello sviluppatore e leggi le recensioni in merito. Prova anche a scrivere allo sviluppatore, chiedendo informazioni circa gli aspetti SEO tecnici del tema. Il tipo di risposta, ma soprattutto il tempo necessario ad ottenerla, potrebbero chiarirti più di un dubbio.

6. SUPPORTA I PRINCIPALI PLUGIN?

Forse sei in una fase in cui ancora non hai ben chiaro quali plugin installerai sul tuo sito (pochi, mi raccomando!), ma accertati che il tema che hai scelto supporti i più diffusi e, soprattutto, quelli che sicuramente ti serviranno. Se hai un e-commerce il tema deve essere completamente compatibile con WooCommerce, se desideri un sito multilingua verifica che sia compatibile almeno con WPML e Polylang. Se sul tuo sito venderai prodotti digitali (scaricabili) allora verifica la compatibilità con Easy Digital Download.

7. CHE PRESTAZIONI HA?

L’aspetto grafico di un sito web è molto importante, ma le sue performance sono fondamentali. Un buon tema oltre che essere bello deve funzionare bene. I temi pesanti e con funzionalità accessive possono rallentare il sito, riducendo la velocità di caricamento. Per valutare le prestazioni di un tema si possono utilizzare tools per i test di velocità come Google PageSpeed Insights

8. CHE LIVELLO DI SICUREZZA E SUPPORTO OFFRE?

Nella scelta del tema WordPress è importante dare priorità alla sicurezza e al supporto. Scegliere un tema regolarmente aggiornato e con un supporto affidabile ti garantisce un sito sicuro e una porta a cui bussare per chiedere aiuto se riscontri problemi.
Accertati che gli aggiornamenti vengano rilasciati di frequente, in questo modo il tema ha maggiori probabilità di restare sicuro e compatibile con l’ambiente WordPress più recente.
Leggi le recensioni relative alla qualità del supporto: le testimonianze degli utenti possono darti informazioni preziose sulla reattività e sull’efficacia del team di supporto.

Ricorda, il tema migliore per te dipenderà dagli obiettivi specifici del tuo sito web e dal pubblico di destinazione. Prenditi il ​​tuo tempo, esplora le tue opzioni e non aver paura di sperimentare per trovare il tema che si adatta perfettamente alla tua presenza online.

Se desideri confrontarti con altre professioniste che stanno realizzando il loro sito web e che stanno affrontando il tuo stesso percorso iscriviti a Paripassi.

Se invece vuoi lasciarmi le tue domande o considerazioni sulla scelta del tema per il tuo sito puoi farlo qui sotto nei commenti oppure puoi contattami sul mio profilo Instagram.

Vuoi imparare a gestire da sola sito e newsletter?

Sei una libera professionista o una imprenditrice e ogni volta che devi mettere mano al tuo sito web o alla tua newsletter senti un brivido freddo lungo la schiena?

Prendi in mano il controllo di tutto quello che accade sui tuoi canali proprietari e ottieni il massimo, senza perdite di tempo!

Crea e gestisci il tuo sito e la tua newsletter senza paura di sbagliare: io sarò sempre al tuo fianco per supportarti, risolvere i problemi e rispondere alle tue domande. Proprio a tutte.

Se questo articolo ti è piaciuto e se desideri creare il tuo sito web e restare sempre aggiornata sul mondo di WordPress e delle newsletter puoi iscriverti al mio corso gratuito e alla mia newsletter compilando il form qui sotto:

Hai trovato utile questo contenuto?

Puoi offrirmi un caffè!

Ciao!

Ciao!

Sono Ljuba. Web designer freelance. Metà perfezionista e metà sognatrice. Femminista in divenire. In costante evoluzione e quasi sempre con i capelli ciclamino.
I siti che realizzo sono piacevoli da navigare, attraenti già dal primo sguardo, rispettosi delle regole di usabilità e accessibilità. Raccontano le mie clienti in tutto e per tutto, le definiscono come donne e professioniste che non hanno timore di farsi vedere per chi sono davvero. Conosciamoci meglio
Come scegliere un tema WordPress nel 2024
Come scegliere un tema WordPress nel 2024
Come scegliere un tema WordPress nel 2024
Come scegliere un tema WordPress nel 2024

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Creazione siti WordPress

WordPress in Pillole

Iscriviti al mio corso gratuito via mail che ti insegna a creare e gestire il tuo sito WordPress

Evviva, grazie per aver scelto di iscriverti a WordPress in Pillole. Ora devi cliccare sul link di conferma che hai ricevuto via mail.